Dampfer XI (882)
(già Austria del Lloyd Austriaco)
piroscafo (dal 1914 nave trasporto)

Significato del nome

Piroscafo XI.
Era uno dei venti piroscafi mercantili del Lloyd Austriaco e di altre compagnie di navigazione requisiti dalla k.u.k. Kriegsmarine allo scoppio della prima guerra mondiale. Furono tutti rinominati con numeri romani progressivi, da I a XX, preceduti dal termine Dampfer, che in tedesco significa piroscafo.
Più in dettaglio: Dampfer I (già “Corsinia“, della Società Eredi Premuda, adibito a trasporto); Dampfer II (già “Nippon“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto e, successivamente, già “Izvor” della Società di Navigazione Racich, adibito a trasporto); Dampfer III (già “Goritia“, del Lloyd Austriaco, adibito a portamunizioni); Dampfer IV (già “Gastein“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave deposito cacciatorpediniere); Dampfer V (già “Carniola“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave deposito mine); Dampfer VI (già “Bucovina“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave portamunizioni); Dampfer VII (già “Amphitrite“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto); Dampfer VIII (già “Fiume“, della Società Atlantica, adibito a trasporto); Dampfer IX (già “Baron Gall” del Lloyd Austriaco, adibito a cargo nel 1914 e a nave ospedale nel 1917); Dampfer X (già “Africa“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave alloggio e, successivamente a nave ospedale); Dampfer XI (già “Austria“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto); Dampfer XII (già “Styria“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave portamunizioni); Dampfer XIII (già “Urano“, del Lloyd Austriaco, adibito a nave deposito mine); Dampfer XIV (già “Bosnia“, della Compagnia di Navigazione Dalmatia, adibito a nave ausiliaria); Dampfer XV (già “Prinz Hohenlohe“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto); Dampfer XVI (già “Baron Gautsch“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto); Dampfer XVII (già “Baron Bruck“, del Lloyd Austriaco, adibito a trasporto); Dampfer XVIII, già “Kephalonia“, catturato, adibito a cargo); Dampfer XIX (già “Krvat“, della Società Ungaro-Croata, adibito a cargo); Dampfer XIX (già “Zichy“, della Compagnia di Navigazione Adria, adibito a cargo); Dampfer XX (già “Fram“, della Compagnia di Navigazione Martinolich, adibito a cargo).
In qualche caso, come si può notare, ad uno stesso numero romano potevano corrispondere due navi successivamente assegnate allo stesso impiego o a impiego similare.

Unità gemelle

?

Cantiere di costruzione

1901

Dislocamento

?

Dimensioni

?

Propulsione

?

Velocità

?

Armamento

?

Equipaggio

?

Storia

Noleggiato il 4 agosto 1914 dalla k.u.k. Kriegsmarine, veniva impiegato come deposito di carbone. Nel 1915 si verificò a bordo un’esplosione con danni così gravi, da non poter essere riparati. Il 22 marzo 1918 il piroscafo venne restituito al Lloyd Austriaco. Subito dopo l’armistizio venne requisito dal Governo Francese e nel settembre 1920 si trovava ancora in servizio in Francia. Nel 1921 fu riconsegnato al Lloyd Triestino e ribattezzato “Romolo“; nel 1922 fu ribattezzato “Venezia” e demolito nel 1932.